Cappella di Sant’Eldrado – Abbazia di Novalesa (Italia)

In alta Val di Susa, poco prima del confine con la Francia nella valle del Moncenisio, si trova l’Abbazia di Novalesa, la sua fondazione risale al 30 di Gennaio del 726 quando con un atto del signore franco della zona, Abbone, venne concesso il diritto si frati benedettini di costruire un avamposto a protezione del valico del Moncenisio.

Oltre alla chiesa principale molte cappelle costituiscono il complesso e la più importante, nonché meglio conservata, è la Cappella di Sant’Eldrado. Al suo interno trova posto nell’abside un Cristo Pantocratore di stile bizantino, unico esempio in Piemonte di questo stile, probabilmente ispirato dalla comunità di frati greci che visse nell’abbazia nell’XI secolo, data di costruzione della cappella su una cappella precedente, due secoli più antica.

All’interno della cappella trovano posto anche due cicli di affreschi: il primo dedicato a Sant’Eldrado, pellegrino di origine francese che dopo essere stato messo alla prova dall’abate della Novalesa, venne ammesso al convento stesso e ne diventò anche abate; il secondo a San Nicola di Bari, lo stesso San Nicola che regalando soldi ai più bisognosi è diventato parte dell’immaginario collettivo come Babbo Natale (Sankt Niklaus nei paesi nordici).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...